Home
Storia

Storia

27 MARZO 1980:

costituzione dell’Associazione da parte di 12 cittadini Rovellaschesi di fronte al Notaio Dott. Bellini:

Cattaneo Franco 14/07/1924
Parachini Silvano 28/02/1942
Giani Umberto 28/03/1959
Miazzolo Antonio 24/06/1948
Cattaneo Francesco 19/07/1950
Riva Cesarino 28/04/1937
Fusetti Giancarlo 07/11/1939
Pasqual Mario 26/08/1936
Carrara Antonio 30/12/1950
Guerra Ernesto 30/05/1938
Padova Felice 04/10/1935
Quarti Luigia 16/10/1949

APRILE 1982:

apertura della sede in Vicolo Carducci n. 4, concessa in uso dalla Parrocchia. In questo periodo l’operatività era limitata al sabato e alla domenica.

GIUGNO 1982:

è organizzato il corso di primo soccorso aperto a tutta la popolazione, tenuto da istruttori del sottocomitato della Croce Rossa di Saronno. Partecipano 50 cittadini, anche di paesi limitrofi. I primi servizi sono effettuati con un’ambulanza tipo Opel Capitan 2500 cc benzina, acquistata di seconda mano da un’associazione ligure con il contributo di un benefattore. L’Associazione si sostiene grazie alle molteplici iniziative di raccolta fondi tra la popolazione svolte dai volontari. In alcuni momenti, non essendo sufficienti le risorse economiche raccolte, i volontari si sottopongono ad un’ autotassazione.

1984:

viene acquistata una seconda autoambulanza tipo Fiat 238 e attivato il servizio serale infrasettimanale.

1986:

il vecchio gruppo dirigente (fondatori) si dimette e viene eletto un nuovo consiglio, nel corso dell’anno si raggiunge il numero di 120 servizi effettuati.

1987:

viene attivato il servizio notturno infrasettimanale e il 1° settembre dello stesso anno viene esteso il servizio anche nelle ore diurne. Si tratta dell’ inizio ufficiale del servizio 24 ore su 24.
Nello stesso anno l’Associazione si iscrive alla Federazione Nazionale delle Pubbliche Assistenze, in seguito A.N.P.A.S..
Grazie a questa iscrizione ci vengono assegnati:

  • frequenze radio personali, che con l’acquisto di radio ci permettono un continuo contatto con il nostro centralino per meglio svolgere, essendo sempre reperibili, i servizi sia di emergenze sia secondari sul territorio
  • obiettori di coscienza; grazie a questi ragazzi si possono offrire assistenza e servizi alla popolazione
  • esenzione al pagamento del pedaggio autostradale, aspetto molto importante per un’associazione il cui sostegno è basato su offerte
  • defiscalizzazione dei carburanti, un notevole risparmio in quanto la spesa carburante rappresenta una fetta importante delle spese ordinarie
  • trasporto disabili servizio istituito in collaborazione con il comune di Solaro.

Per garantire una qualità nel servizio, con un notevole sforzo economico la vecchia ambulanza Opel Capital è sostituita da una nuova tipo Fiat Ducato. I volontari in servizio salgono a 30.

1988:

viene attivata una centrale di telesoccorso in collaborazione con i comuni di Rovellesca, Rovello Porro, Lomazzo, Cogliate e Misinto e successivamente Caronno Pertusella. Nel novembre dello stesso anno viene inaugurata una sezione della Croce Azzurra nel comune di Caronno Pertusella in via Trieste n° 1040, che successivamente si trasferirà in via Caposile n° 77. Parte una convenzione con l’ospedale di Cantù per l’effettuazione dei servizi secondari.

1992:

un anno fondamentale per la Croce Azzurra, in particolare per la sezione di Rovellasca. Il S.S.U.Em. 118 Como (Soccorso Sanitario Urgenza Emergenza) parte ufficialmente con postazioni fisse nella provincia mettendo a loro disposizione un medico, la cui presenza sull’ambulanza 24 ore su 24 garantirà un soccorso professionale e specialistico. La sezione di Rovellasca viene scelta dal 118 di Como per questa funzione.
Dal 20 Giugno al 5 Luglio 1992 l’associazione artecipa alla manifestazione VOLONTARIANDO di cui sotto il volantino

1994:

il 1994 segna l’inizio del progetto internazionale, in collaborazione con l’A.N.P.A.S., di accoglienza di una ventina di bambini bielorussi provenienti da Cernobyl presso le famiglie di Rovellasca. Il compito della Croce Azzurra è:l’essere un punto di riferimento per qualsiasi bisogno, fornire l’interprete reperibile 24 ore su 24, seguire gli aspetti sanitari (sottoporre i bambini ad un checkup completo). Attualmente i bambini ospitati presso famiglie di Rovellasca, Saronno ed Origgio sono circa ottanta.

1995:

nell’aprile dello stesso anno si attiva una sezione della Croce Azzurra nel comune di Porlezza. La sede garantisce, oltre ai servizi secondari, anche i servizi di emergenza 24 ore su 24. Nel mese di dicembre finalmente la sede di Rovellasca ottiene una sistemazione consona alle esigenze operative in L. go Volontari del Sangue n° 1

1996:

nella città di Cantù, oltre ai servizi secondari in supporto alla CRI del luogo, si effettua due giorni la settimana il servizio di urgenza ed emergenza con un’autoambulanza ed il servizio di V.L.V. (veicolo leggero veloce o auto medica). La Croce Azzurra partecipa in prima persona all’organizzazione dei servizi di soccorso in occasione della visita del Santo Padre.

1997:

dopo un laborioso lavoro di alcuni volontari viene approvato il nuovo regolamento interno dell’Associazione.
La sez. di Caronno Pertusella acquista un nuovo computer che permette il collegamento con la sede di Rovellasca.

1998:

la vecchia centrale di telesoccorso, localizzata nella sede di Rovellasca ai tempi un fiore all’occhiello, è sostituita con una nuova centrale di telesoccorso Beghelli.

1999:

grazie ad un accordo con l’Ospedale Valduce, accordandoci dei locali adibiti a provvisoria sede in comodato d’uso in via M. Monti n° 4, si comincia ad operare sul territorio della città di Como garantendo innanzitutto i servizi all’ospedale Valduce, e in un secondo tempo riuscendo a soddisfare le richieste dei privati, e l’operatività per i servizi di emergenza nelle ore serali. I volontari che operano sul territorio sono volontari della sezione di Rovellasca.

2000:

la Croce Azzurra vince una convenzione per la gestione dei servizi di urgenza ed emergenza nella città di Como, e rappresenta per la C.O. S.S.U.Em. 118 Como il punto di riferimento per lo svolgimento dei servizi con due ambulanze sempre presenti 24 ore su 24, di cui una adibita al soccorso avanzato grazie alla presenza a bordo di un medico del 118.
Prima di iniziare ufficialmente si ristruttura la sede, si organizza un corso per il reclutamento di nuovi volontari; si crea così e comincia a prender vita la sezione di Como.

2001:

la sezione di Caronno Pertusella sigla una convenzione con il S.S.U.Em. 118 di Milano Niguarda per la gestione dei servizi di urgenza ed emergenza sul territorio di Caronno Pertusella, Origlio ed Uboldo. Sono sempre garantiti i servizi secondari e il trasporto dei disabili.

2002:

la sezione di Rovellasca viene rinnovata con la sostituzione della pavimentazione, il rifacimento del dormitorio e della cucina e l’acquisizione di nuovi spazi a seguito della crescente richiesta di servizi.

2003:

la Croce Azzurra sigla una convenzione per l’effettuazione dei servizi di emergenza ed urgenza con V.L.V. con il S.S.U.Em. 118 Como presso l’ospedale di Menaggio. Un primo gruppo di volontari è formato ed in seguito certificato dalla centrale operativa 118 Como all’uso del defibrillatore nell’ambito del progetto:
DEFIBRILLAZIONE PRECOCE SUL TERRITORIO.

2004:

le convenzioni nelle sezioni di Caronno Pertusella, Como e con l’ospedale di Menaggio sono attive, in tutte le sezioni si effettuano oltre ai servizi di emergenza anche i servizi secondari, rispondendo così alle esigenze sempre maggiori dei cittadini come ad esempio:

  • dimissioni da ospedali
  • ricoveri
  • trasporti sanitari per visite mediche, esami o trasferimenti
  • trasporto dializzati
  • trasporto disabili
  • distribuzione pasti alle persone con difficoltà di deambulazione
  • accompagnamento di persone anziane per le comuni necessità (es. la spesa)
  • prelievo del sangue a domicilio, se necessario, o negli ambulatori presenti nelle nostre sezioni, grazie alla presenza di personale infermieristico
  • prenotazioni visite mediche
  • misurazioni della pressione, della glicemia e del colesterolo

GIUGNO 2005: Festa del 25°!!!

l’Associazione Croce Azzurra Rovellasca, compie 25 anni di servizi al cittadino! Grandi festeggiamenti per l’occasione con la decorazione della bandiera dell’Associazione da parte del Sindaco del Comune di Rovellasca per i 25 anni di servizio e la premiazione dei volontari più anziani come anni di servizio.
Per l’occasione viene coniata una moneta commemorativa il cui stampo viene distrutto alla fine dei festeggiamenti.
All’evento partecipano anche varie associazioni del circondario, all’insegna del fatto che il Volontariato è soprattutto impegno e voglia di stare insieme! Per l’occasione si è svolto il 2° trofeo del soccorso delle associazioni ANPAS.

Si danno inizio ai lavori per la stesura del primo libro sulla storia della Croce Azzurra

2007:

il 29 Settembre 2007, viene presentato il nuovo Statuto dell’Associazione. Vengono convocati presso il palazzetto dello sport di Rovellasca tutti i Volontari dell’Associazione per votare il nuovo statuto e per una serata di allegria da passare insieme ai Volontari delle altre sedi. Alla serata partecipa anche il cantante Davide Van De Sfroos con la sua band ed un nutrito gruppo di fans!

2008:

Si festeggiano i 20 anni della sezione di Caronno Pertusella.

2009:

dal 1° maggio 2009 entra in funzione presso la sezione di Rovellasca il nuovo servizio H24, in cui la macchina rimane disponibile 24 ore su 24 per i servizi d’urgenza 118.

2010:

anno importante per l’Associazione, in quanto si festeggiano i 30 anni di attività della sezione di Rovellasca e i 10 anni per la sezione di Como. Due grossi traguardi raggiunti grazie all’abnegazione dei volontari.

…e la storia continua!!!