Home
Codice Etico

Codice Etico

Introduzione al Codice Etico: da “Politica della Qualità e della SSL”

Dietro il nome Croce Azzurra Onlus ci sono, oltre ad una trentina di dipendenti, circa 400 volontari dislocati nelle 4 sezioni di Rovellasca, Como, Caronno Pertusella, Porlezza nonché nei presidi di Menaggio e Cantù, che si adoperano giorno e notte, feriali e festivi, per garantire un’assistenza continua alle persone che ne fanno richiesta.

I servizi resi da Croce Azzurra Onlus si distinguono in tre categorie:

1: SERVIZIO TRASPORTO SANITARIO EMERGENZA URGENZA 112: primario

2: SERIVIZIO TRASPORTO SANITARIO SEMPLICE: trasporti secondari

2.1: TRASPORTI NON URGENTI

2.2: TRASPORTI DIALIZZATI

2.3: RICOVERI E DIMISSIONI

2.4: TRASFERIMENTI OSPEDALE-OSPEDALE

2.5: TRASPORTI LUNGA PERCORRENZA E RIMPATRIO INFERMI

2.6: MANIFESTAZIONI SPORTIVE

3: ALTRI SERVIZI:

3.1: assistenza alla cittadinanza

3.2: trasporti sociali

 

Il servizio al cittadino” costituisce la vera e propria “mission” di Croce Azzurra Onlus . Infati, benché sia la principale, solo una parte dell’attività dell’Associazione è dedicata all’assistenza sanitaria di emergenza/urgenza, la quale richiede una specifica preparazione ed un impegno continuo. Negli ultimi anni, sensibili alle nuove esigenze della popolazione, la nostra Associazione ha attivato unitamente ai servizi sempre svolti, nuove prestazioni, (ALTRI SERVIZI) come ad es:

  • Accompagnamento persone per sottoporsi a visite mediche e terapie
  • Servizi in generale per le persone diversamente abili;
  • Servizi prenotazione esami e ritiro referti;
  • Servizi di assistenza a manifestazioni sportive e altre manifestazioni locali
  • Distribuzione pasti

 

Il nostro impegno è quello sia di ampliare tali servizi ed offrirli al maggior numero di persone che ne fanno richiesta.

Per fare tutto questo, Croce Azzurra Onlus si rivolge a tutte le persone disponibili ad offrire una parte del loro tempo libero, poiché cosi si può dare la possibilità a persone bisognose di soddisfare esigenze che, apparentemente banali, possono risultare difficoltà insormontabili in “particolari condizioni”.

 

Art. 1: OGGETTO DEL CODICE ETICO

Il Codice etico e è un codice di comportamento cui hanno l’obbligo di attenersi e conformarsi coloro che, a qualsiasi titolo, fanno parte di Croce Azzurra Onlus e agiscono in essa.

Qualsiasi azione compiuti dagli operatori di Croce Azzurra Onlus non può prescindere dal rispondere positivamente alle seguenti domande:

  • E’ quest’azione in accordo con gli impegni presenti nella Politica della Qualità e della Salute e Sicurezza?
  •  E’ quest’azione conforme alle procedure e alle linee guida di Croce Azzurra Onlus?
  •  E’ quest’azione lecita secondo le leggi italiane?
  •  Quest’azione mette in luce positivamente la mia persona e Croce azzurra Onlus?

Il Codice Etico è finalizzato alla codifica e quindi alla realizzazione di azioni tese a:

  • Garantire procedure e comportamenti volti ad evitatore e/o prevenire i rischi per la salute e sicurezza degli operatori;
  • Evitare comportamenti e attività contrari alle leggi del nostro paese;
  • Migliorare l’efficienza, l’efficacia, la trasparenza di tutte le azioni compiute da Croce Azzurra Onlus ;
  • Migliorare la qualità nel soddisfare i bisogni della collettività, informando la stessa dei comportamenti che può attendersi dagli operatori di Croce Azzurra Onlus. (Sito internet – comunicazioni – avvenimenti)

Il Codice Etico rappresenta quindi un “documento ufficiale” di Croce Azzurra Onlus che contiene la dichiarazione dei valori, l’insieme dei diritti e dei doveri, e delle sue responsabilità nei confronti di tutti i “portari di interesse”: dipendenti, volontatri, cittadinanza, fornitori, etc.

Tutti gli operatori di Croce Azzurra Onlus sono tenuti ad adeguare i propri comportamenti alle disposizio­ni del presente Codice Etico.

 

ART. 2: AMBITO DI APPLICAZIONE

Premesso che i I rapporti tra Croce Azzurra Onlus ed i propri lavoratori e volontari, sono regolati dalle disposizioni statutarie, dal Contratto Col­lettivo Nazionale di Lavoro (dipendenti) e da tutte le procedure vigenti in Associazione, i destinatari dei principi e delle disposizioni contenute nel presente codice etico sono TUTTI GLI OPERATORI di Croce Azzurra Onlus e tutti coloro che, a qualsiasi titolo, fanno parte dell’Associazione e agiscono in essa. (Appartenenti)

In particolare:

  1. I membri delle Assemblee elettive (generale e di sezione), i membri del Consiglio Direttivo, Il Presidente, i vari responsabili di sezione, sono tenuti ad ispirarsi ai principi del presente Codice Etico nell’espletamento delle loro funzioni.

 

Art. 3: Principi di riferimento

Tutti i gli appartenenti a Croce Azzurra Onlus ispirano i propri comportamenti ai Principi e ai principi di “onestà e correttezza”, “legalità”, “imparzialità e parità di trattamento”, “trasparenza e completa informazione”, “proporzionalità”, “as­senza di abuso di potere”, “corretto utilizzo dei beni”, e “prevenzione del conflitto di interesse” .

 

Art. 3.1: ONESTA E CORRETTEZZA

L’onestà è il principio fondamentale per tutte le attività di Croce Azzurra Onlus e costi­tuisce elemento imprescindibile delle sue azioni.

I comportamenti di tutti i soggetti indicati nell’art. 2, sono improntati ai principi di correttezza, collaborazione, lealtà e reciproco rispetto tra i vari operatori dell’Associazione.

 

3.2 – LEGALITA’

Tutti gli appartenenti di Croce Azzurra Onlus, secondo quanto prescritto anche dalla “POLITICA DELLA QUALITA’ E DELLA SSL” agiscono nel rispetto integrale di tutta la legislazione e della normativa applicabile, con particolare riferimento alle PROCEDURE AREU e alle PROCEDURE DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO (SGI) riguardanti le prestazioni di soccorso e di tutti gli altri requisiti che la Direzione eventualmente sottoscriva vigilando affinché le decisioni, che incidono sulla collettività, siano conformi alla legge ed al pubblico interesse.

 

3.3 – IMPARZIALITA’ E PARITA’ DI TRATTAMENTO

La DG e il Presidente di Croce Azzurra Onlus garantiscono, anche attraverso la diffusione del presene Codice Etico, il rispetto del principio della parità di trattamento tra tutti gli operatori dell’Associazione, ovve­ro, nell’ipotesi di disparità di trattamento, che la stessa sia giustificata da aspetti obiettivi e pertinenti al caso concreto.

Garantiscono inoltre che sia evitata qualsiasi forma di discriminazione basata su nazionalità, genere, razza, origine etnica o sociale, lingua, religione, opinioni politiche, orientamento sessuale.

 

3.4   TRASPARENZA E COMPLETEZZA DI INFORMAZIONE

I soggetti di cui all’articolo 2 lett.a, assumono iniziative e decisioni nella massima trasparenza senza favorire alcuna sezione in particolare o gruppo di persone o singolo individuo ed evitano di creare o fruire di situazioni di privilegio.

Si adoperano inoltre per assicurare la veridicità, l’accuratezza, la chiarezza e la completezza dell’informazione sia all’esterno sia all’interno di Croce Azzurra Onlus, con una comunicazioni di immediata comprensione: sito internet, bollettini, etc.

 

3.5     PROPORZIONALITA’

 I soggetti di cui all’articolo 2 lett.a, in osservanza del principio fondamentale d’Imparzialità, assicurano la proporzionalità tra bisogni e scopi dell’Associazione e le risorse messe a disposizione, nonché che le misure adottate siano proporzionali all’obiettivo perseguito.

 

     3.6 ASSENZA DI ABUSO DI POTERE

I soggetti di cui all’articolo 2 lett.a, esercitano le proprie competenze unicamente per le finalità e per gli impegni definiti dalla Politica della Qualità e della Salute e Sicurezza. (rif: introduzione al Codice Etico). Il loro ruolo e incarico all’interno dell’Associazione non può essere fatto valere all’interno dell’Associazione per scopi e finalità diversi da quelli dichiarati nella Politica della Qualità e della SSL e all’esterno dell’Associazione non può essere usato per far valere una propria posizione di privilegio sociale.

 

3.7 CORRETTO UTILIZZO DEI BENI

Tutte le attrezzature di lavoro, compresi gli apparecchi di telefonia fissa e mobile, tutti i veicoli e gli altri beni materiali e immateriali e la documentazione relativa:

  1. Sono utilizzati esclusivamente e per la realizzazione degli impegni e degli obiettivi fissati da Croce Azzurra Onlus nella Politica della Qualità della SSL e dal SGI, nel rispetto anche del principio della “proporzionalità” stabilito nel punto 3.5.
  2. Non possono essere utilizzati per finalità personali, né essere trasfe­riti o messi a disposizione di terzi;
  3. Sono utilizzati e custoditi con la medesima diligenza di un bene pro­prio;

 

3.8 PREVENZIONE DEL CONFLITTO DI INTERESSE

 I soggetti di cui all’articolo 2 lett.a, perseguono unicamente gli interessi e fini di Croce Azzurra Onlus e in particolare, si adoperano al fine di prevenire situazioni di conflitto di interesse, astenendosi in ogni caso dal partecipare ad attività o decisioni che determinano tali situazioni di conflitto di interesse, ovvero in presenza di evidenti ragioni di opportunità.

 

Art. 4: Responsabilità di Croce Azzurra Onlus nei confronti degli appartenenti all’Associazione

Croce Azzurra Onlus si impegna al fine di:

  • Mantenere al centro le persone ed il loro valore come individui;
  • Incoraggiare lo spirito di volontariato stimolando in particolare i giovani,
  • Promuovere l’innovazione e la creatività, valorizzando lo spirito d’iniziativa di ciascun appartenente;
  • Fare in modo che gli appartenenti a Croce Azzurra onlus si sentano i benvenuti, favorendone l’integrazione all’interno dell’Associazione.
  • Cercare l’eccellenza nel lavoro, assicurando una leadership inte­gra, trasparente e condivisa;
  • Insistere sull’importanza della collaborazione con gli altri per l’esecuzione dei vari compiti;
  • Assicurare l’orientamento dei nuovi Soci e dare le disposizioni neces­sarie alla loro formazione, affinché possano – svolgere in modo ade­guato e professionale i compiti loro assegnati;
  • Identificare i bisogni, trovare le risposte necessarie ed elaborare pro­grammi ai quali i Soci possano partecipare condividendone gli obiet­tivi;
  • Garantire l’integrazione degli appartenenti a Croce Azzurra Onlus nella vita asso­ciativa;
  • Assicurare l’orientamento dei nuovi Soci e dare le disposizioni neces­sarie alla loro formazione;
  • Fornire agli appartenenti di Croce Azzurra Onlus la documentazione necessaria per essere aggiornati regolarmente sulle questioni concernenti l’Associazione;
  • Divulgare a tutti gli operatori il testo del presente Codice Etico, mediante pubblicazione sul sito web dell’Associazione e mediante l’invio in posta elettronica a tutti coloro di cui si conosca l’indirizzo e-mail.

 

Art. 5: DIRITTI DEGLI APPARTENENTI A CROCE AZZURRA ONLUS

I rapporti tra l’Associazione ed i propri appartenenti ono regolati dalle disposizioni dello Statuto, del Regolamento e dalla Politica della Qualità e della SSL e dal presente Codice. In particolare si fa riferimento ai seguenti principi:

  • Uguaglianza. L’appartenente a Croce Azzurra Onlus. ha diritto ad essere trattato, in ogni circostanza, in modo equo, secondo i principi di cui all’art. 3.3
  • Protezione. L’appartenente a Croce Azzurra Onlus ha diritto alla protezione dell’Associazione contro ogni ingerenza o aggressione dei quali sarà vittima in ragione della sua funzione. L’Associazione ha il dovere di prendere pubblicamente la difesa dell’appartenente vittima di accuse gravi non fondate, per ristabilire il suo onore e la sua reputa­zione. In caso di difficoltà professionali o personali che hanno influen­za sul suo impegno, l’appartenente può fare appello per via gerarchica, per trovare soluzioni adeguate.
  • Uguale trattamento. Tutti gli appartenenti hanno il diritto-dovere di garantire imparzialità e indipendenza nell’esercizio dei compiti e delle funzio­ni affidate, anche al fine di garantire la piena attuazione del principio della parità di trattamento dei cittadini.
  • Buona Fede. E’ garantita a tutti gli operatori la libertà di candidarsi a cariche elettive. Lo svolgimento dei compiti richiesti dalla carica elettiva, deve compiersi in assenza di qualsiasi conflitto di in­teresse tra le proprie attività e quelle richieste dall’Associazione.
  • Libertà d’espressione. La libertà d’espressione è un diritto fonda­mentale dell’appartenente a Croce Azzurra Onlus. Anche le critiche costruttive, trasmesse tramite i canali interni appropriati, contribuiscono al dinamismo interno dell’Associazione. Per quanto concerne le dichiarazio­ni all’esterno dell’Associazione, si rinvia alle disposizioni contenute negli articoli seguenti del presente Codice.
  • Diritti di privacy. Il trattamento di dati personali, di notizie e fonti che rientrano nella sfera della privacy di ogni appartenente a Croce Azzurra Onlus sono per legge tutelate. È dovere di tutti gli appartenenti a Croce Azzurra Onlus mantenere riservate le notizie e le informazioni concernenti i dati personali ap­prese nell’esercizio delle proprie attività. È diritto di tutti gli appartenenti a Croce Azzurra Onlus rivendicare il rispetto del diritto alla riservatezza, del diritto all’identità personale e della dignità degli interessati, rientrando questa materie nella sfera della tutela delle libertà personali costituzionalmente garantite.

L’appartenente a Croce Azzurra Onlus ha il diritto di vedersi assegnati compiti e responsabilità che corrispondano alla sua indole ed alla sua prepara­zione.

 

Art. 6: RESPONSABILITA’ DEGLI OPERATORI DI CROCE AZZURRA ONLUS

 Gli operatori di Croce Azzurra Onlus sono tenuti a:

Conoscere e osservare il presente Codice Etico, lo Statuto e tutte le regole richiamate dalle procedure che disciplinano l’attività dell’Associazione, in particolare quelle richiamate anche dal sistema di gestione integrato, (SGI) riferite alle mansioni e ai compiti di soccorritore:

  • Le modalità di detersione e disinfezione personale, di mezzi e attrezzature.
  • L’uso dei Dispositivi di protezione individuale.
  • I comportamenti da adottare in caso di infortunio/incidente a rischio biologico
  • I comportamenti da adottare durante la gestione dei rifiuti speciali;
  • La segnalazione ai preposti di sezione delle inefficienze di macchine e attrezzature
  • Lo scrupoloso divieto di assunzione di alcol e sostanze stupefacenti/psicotrope
  • Il dovere di seguire ii programmi di formazione previsti dall’Associazione.

Inoltre gli operatori di Croce Azzurra Onlus devono

  • Prestare costantemente attenzione ai bisogni delle persone, anche quando non si è in servizio attivo o non si indossa la divisa;
  • Compiere il proprio lavoro senza discriminazione alcuna riguardo la nazionalità, il genere, la razza, l’orientamento sessuale, le opinioni politiche o le credenze filosofiche o religiose dei fruitori o beneficiari dei servizi svolti;
  • Rispettare il desiderio di discrezione di coloro che sono aiutati;
  • Instaurare rapporti di lavoro positivi con gli altri colleghi e soci prendendo coscienza dell’importanza dell’interazione
  • Rispondere ai bisogni altrui con maturità, simpatia e professionalità;
  • Servire le persone nella misura dei mezzi e delle risorse disponibili, dimostrandosi aperti e perseveranti nella propria azione.

 

Art. 7: DOVERI DEGLI APPARTENENTI A CROCE AZZURRA ONLUS
  1. Lealtà. L’appartenente A Croce Azzurra Onlus è legato all’Associazione da spiri­to e sentimenti di lealtà. Agisce secondo il presente Codice etico, lo Statuto e tutte le procedure che regolano l’attività dell’Associazione.
  2. Imparzialità. Nell’esecuzione dei propri compiti L’appartenente A Croce Azzurra Onlus è onesto, imparziale ed equo. Evita qualunque comportamen­to arbitrario che possa recare danno a una persona, un gruppo o ad una qualunque entità. In ogni circostanza risponderà ai bisogni legit­timi dell’individuo senza trattamento preferenziale o discriminazione alcuna riguardo la nazionalità, la razza, la lingua, il genere, le opinioni politiche, filosofiche o le credenze religiose.
  3. Indipendenza. L’azione dell’appartenente a Croce Azzurra onlus. è basata sul presente Codice etico sullo Statuto sull’applicazione di tutte le procedure che regolano l’attività dell’Associazione. La sua condotta non può essere influenzata dai fattori esterni, di natura personale.
  4. Responsabilità. L’appartenente a Croce Azzurra Onlus conscio dell’importanza dei propri compiti e delle correlate responsabilità, si comporta in modo tale da conquistare e mantenere la fiducia delle comunità nei confronti dell’Associazione, anche offrendo il miglior servizio possibi­le nel rispetto dell’individuo e prestando costantemente attenzione ai bisogni delle persone.
  5. Competenza ed efficacia. L’appartenente a Croce Azzurra Onlus agisce in base alle proprie competenze e conoscenze per eseguire al meglio e con rigore i compiti che gli sono affidati. Applica le procedure stabilite dall’Associazione con efficacia ed attenzione. Risponde ai bisogni altrui con maturità, simpatia e professionalità.
  6. Conflitto d’interesse. L’appartenente a Croce Azzurra Onlus deve evitare il conflitto di interesse nell’esercizio delle funzioni assegnate e agire solo nell’interesse dell’Associazione. Il conflitto d’interesse nasce da una situazione nella quale l’interesse privato o personale è suscettibile d’influenzare l’esercizio imparziale e obiettivo delle funzioni esercitate in Associazione. L’interesse privato o personale dell’appartenente a Croce Azzurra Onlus comprende ogni vantaggio in favore di se stesso o di terzi a lui connessi.
  7. Interessi economici. L’appartenente a Croce Azzurra Onlus non può conservare, acquisire, direttamente o indirettamente, all’infuori di quanto previ­sto, degli interessi di natura economica o di importanza tali che siano suscettibili di compromettere la sua indipendenza nell’esercizio delle sue funzioni.
  8. Una prudenza particolare è raccomandata all’appartenente alla Croce Azzurra Onlus allorquando gli possono essere offerti dei regali in relazione alla sua at­tività. Quale regola generale l’interessato scoraggerà il dono di qua­lunque regalo o offerta e inviterà la persona a donare eventualmente all’Associazione
  9. Riservatezza. L’appartenente a Croce Azzurra Onlus non può comunicare, in qualunque forma, ad una persona non qualificata, documenti o informazioni delle quali viene a conoscenza in occasione delle sue funzioni e non potrà renderli pubblici. Lo stretto rispetto delle regole relative all’accesso ed alla diffusione delle informazioni costituisce un obbligo fermo ed ogni mancanza sarà suscettibile di misure discipli­nari e – ricorrendone le circostanze – di denuncia penale.
  10. Denunce. Nel quadro delle proprie funzioni l’appartenente a Croce Azzurra Onlus è tenuto ad informare per le vie interne, ogni irregolarità che avrà constatato, secondo le procedure fissare nel SGI. È peraltro fondamentale astenersi dal rilasciare dichiarazio­ni eventualmente diffamatorie rivolte all’Associazione che potrebbero comportare l’irrogazione di sanzioni disciplinari.

 

Art. 8: VIOLAZIONI DEL CODICE ETICO: SISTEMA DISCIPLINARE E SANZIONATORIO
  1. E’ compito in particolare dei soggetti di cui all’art. 2 lett. a, segnalare alla DG (consiglio Direttivo) l’insorgere di situazioni di violazioni alle previsioni del presente codice Etico che possano comportare l’irrogazione delle sanzioni previste nel sistema disciplinare e sanzionatorio (ALL MAN SGI 03)
  2. La violazione delle previsioni del presente Codice Etico, ed in particolare le violazioni delle regole riguardanti lo svolgimento delle mansioni richiamate dall’art’ 6, lede il rapporto di fiducia instaurato
    tra Croce Azzurra Onlus e il proprio appartenente e può determinare il sorgere di responsabilità e perciò l’applicazione delle sanzioni previste da leggi, regolamen­ti e contratti, nonché dal sistema disciplinare e sanzionatorio interno a Croce Azzurra Onlus: ALL MAN SGI 03.
  3. Rimane ferma la possibilità dell’Associazione, il cui interesse è leso dalla violazione, di adire le vie legale per il risarcimento dei danni eventualmente subiti.

 

Art. 9: Approvazione, comunicazione e distribuzione del Codice Etico

La Direzione Generale (Consiglio direttivo) ha approvato il presene codice Etico in sede di Consiglio direttivo del 5 ottobre 2015 come risulta dal verbale allegato.

LA DG Rende noto questo “CODICE ETICO” e lo diffonde a tutti gli appartenenti all’Associazione mediante affissione su tutti i luoghi di lavoro., la pubblicazione su sito e sul Cloud dell’Associazione.

Copia del presente “CODICE ETICO” è inviata in formato elettronico a tutti gli operatori di Croce Azzurra Onlus di cui si conosca l’indirizzo di posta elettronica.

Il presente “CODICE” sarà diffuso anche all’esterno dell’organizzazione, tramite la pubblicazione sul sito web dell’Associazione.